Ma in Austria si parla il tedesco o l'austriaco!?

Risposta breve: in Austria, come in Germania e in Svizzera, si parla il tedesco standard. Vogliamo usare questo spazio per rispondere più dettagliatamente alla domanda che spesso ci fanno, soprattutto in fase di iscrizione.

È vero che ci sono differenze tra il tedesco parlato in Germania e in Austria?

Sí! Se immaginiamo la lingua, la possiamo vedere come una creatura viva: nelle bocche dei giovani assume forme diverse rispetto a quelle degli anziani; la lingua cambia se parlata tra amici oppure in un colloquio di lavoro e altro ancora. La lingua ha tanti linguaggi e come l’italiano o tante altre lingue anche il tedesco conosce i dialetti - che esistono sia in Germania sia in Austria.

Tutto qua?

No. Perché il tedesco conosce altre differenze al suo interno, poiché è una lingua pluricentrica, cioè esistono più realtà linguistiche e non un’unica norma linguistica. Questo fenomeno è ben conosciuto a chi impara l’inglese (British English, American English…) o lo spagnolo, solo per dire delle lingue più diffuse.

 

Il tedesco in DACHL: Germania, Austria, Svizzera (Liechtenstein)


Nel contesto della lingua tedesca ci si riferisce comunemente ai tre maggiori centri linguistici, unendoli sotto l’abbreviazione DACH, che sta per Germania, Austria, Svizzera (ricorrendo alle abbreviazioni internazionali). Alle volte - soprattutto in ambiti più sensibili della linguistica o della didattica moderna - si usa l’estensione DACHL, abbracciando così anche il Liechtenstein. Se leggiamo l’abbreviazione DACH come vera parola troviamo il significato tradotto di “tetto”, mentre DACHL può essere letto come il suo diminutivo, “tettuccio”. Con questa traduzione in mente si ha subito l’idea di un’unione di più unità di uguale importanza. Siamo consci però che questo ha più componenti, come il numero dei rappresentanti della lingua/cultura, la grandezza di un paese, dell’economia, ecc. Se ora vediamo sulla cartina geografica i tre maggiori paesi di lingua tedesca: Svizzera, Austria, Germania, ci si rende subito conto che li abbiamo elencati in un crescendo con la Germania più estesa. Questo fatto influisce sulla varietà del tedesco. Per darvi due esempi pratici: i film del cinema vengono doppiati in tedesco della Bundesrepublik Deutschland. Visto che in Germania il numero di possibili spettatori è maggiore rispetto a quelli di Austria e Svizzera messi insieme. Il secondo esempio va alla stesura dei materiali didattici di cui case editrici risiedono maggiormente in Germania, così spesso le varianti austriache e svizzere vengono viste piuttosto come fatto curioso.

 

Le varianti del tedesco


Tornando al concetto pluricentrico e alle realtà che si raccolgono sotto il termine DACH, ci sono le varianti nazionali, che spesso (ma non sempre) rispettano i confini geografici: il tedesco con le sue parole specifiche usate in Svizzera (Helvetismen; es. „parkieren“, „Grüezi"), in Austria (Austriazismen; es. „heuer“, „Grüß Gott") e in Germania (Teutonismen; es. "die Tüte“, „Guten Tag"). Nota bene: la base delle varianti è sempre il tedesco standard al quale si aggiungono particolarità e differenze a più livelli linguistici. Il tedesco si differenzia come già visto, a livello lessicale, aspetto che risulta essere spesso il più evidente; ma anche a livello grammaticale, di sintassi, di pronuncia, di semantica ecc.

 

Di fronte alla ricchezza del tedesco c’è solo da incuriosirsi!


Come insegnanti vediamo la bellezza, la vivacità della lingua. Come studente si ha l’occasione di conoscere la ricchezza di una lingua. Il nostro team è composto da docenti di madrelingua con esperienza e provenienti da tutti i paesi di lingua tedesca.

 

Perché scegliere l’istituto austriaco per imparare il tedesco?


Siamo innamorati del tedesco, le nostre docenti partecipano a continui corsi di aggiornamento didattico. Siamo un team di docenti di madrelingua proveniente da tutti gli angoli della realtà di lingua tedesca. Per questo possiamo sfruttare al massimo la possibilità di uno scambio vivo sulle particolarità linguistiche e culturali e i nostri studenti approfittano dalla nostra scuola “pluricentrica”. Mettiamo a disposizione i nostri materiali didattici con focus sull’Austria (Österreich Spiegel). Il motivo più importante per scegliere l’Österreich Institut è il nostro insegnamento attento alle varietà sin da subito, aprendo così mente e confini dei nostri studenti.

 

Dunque per rispondere a una domanda spesso buttata lì velocemente e con poche parole, speriamo di aver dato una risposta esaustiva e ampia.

Il vostro ÖI

 

Avete altre domande o curiosità da chiederci? Avete dubbi sui corsi di tedesco a Roma? Chiamateci oppure scriveteci una mail e con piacere rispondiamo nel nostro blog!